L’Aquila chiama Italia: gallery fotografica

CONDIVIDI

Una gallery fotografica relativa alla manifestazione del 20 novembre 2010, a L’Aquila.  Circa 40 autobus provenienti da tutta Italia. Almeno 20.000 persone che hanno protestato con dignita’, e con forza, per chiedere che una citta’ non diventi la Pompei dei giorni nostri, e che la Ricostruzione non sia lasciata nelle mani di affaristi e cricche varie, spesso celate dietro nomi ed organizzazioni di apparente rispetto.
C’e’ un’Italia che non si arrende allo strapotere dei media nazionali, non sempre attenti ai problemi reali. Un’Italia che non si arrende agli interessi di affaristi e partiti politici, alle ineguaglianze sociali, alla distruzione metodica del territorio. Un’Italia che non vuole più garantire gli sporchi affari delle cricche e dei loro referenti, che non hanno nemmeno più vergogna a mostrarsi in pubblico, ad imbonire con un’immagine che non gli appartiene.
Ma il 20 novembre mancavano molti aquilani. Non c’era la Provincia dell’Aquila e vari comuni di centro-destra. E molti comuni hanno avuto timore di dare la loro adesione.
A loro, ed a tutti gli assenti senza giustificazione, e’ dedicata questa breve gallery fotografica. Per biechi interessi politici, o personali, avete perso un’altra occasione di sentirvi parte di una collettivita’ unita, che nell’interesse generale riesce ad immaginare un futuro migliore, per tutti, senza mistificazioni della realta’ ed interessi di basso valore morale.
Forse siete ancora in tempo, forse potete ancora dare un contributo utile, e non sentirvi un giorno responsabili della morte di questa citta’ e di questo territorio. Ma dovete cambiare, adesso.

Foto di Patrizio Trapasso, Eleonora Ferroni, Marianna Galeota
cliccare su FS per una visualizzazione a schermo pieno, su SL per avviarne lo slideshow (si consigliano entrambe le impostazioni).