Commissione Grandi Rischi: tutti rinviati a giudizio, si va al processo

CONDIVIDI

L’Aquila. Sono stati rinviati tutti a giudizio i componenti della Commissione grandi rischi. Il giudice per le udienze preliminari, Giuseppe Romano Gargarella, ha così accolto le richieste del Pm Fabio Picuti. I sette imputati sono accusati di omicidio colposo plurimo, per le eccessive rassicurazioni fornite alla popolazione dopo la riunione del 31 marzo 2009, a pochi giorni dal devastante sisma che colpì il capoluogo abruzzese.
I sette imputati, nessuno dei quali presente oggi in aula: Giulio Selvaggi, direttore del Centro nazionale terremoti, Franco Barberi, presidente vicario della Commissione grandi rischi, Bernardo De Bernardinis, vice capo del settore tecnico operativo del dipartimento nazionale di Protezione civile, Enzo Boschi, presidente dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Gian Michele Calvi, direttore della fondazione Eucentre e responsabile del Progetto CASE, Claudio Eva ordinario di Fisica all’Universita’ di Genova e Mauro Dolce, direttore dell’ufficio Rischio sismico del dipartimento di Protezione civile.

Il processo iniziera’ il 29 settembre 2011.