CASETTE DI LEGNO, SCATTANO PRIMI SEQUESTRI E DENUNCE

CONDIVIDI

L’Aquila, 3 novembre 2011 – Sono sei gli iscritti nel registro degli indagati dopo il sequestro di 5 case in legno avvenuto questa mattina. Il provvedimento penale e’ stato emesso dalla Procura della Repubblica dell’Aquila ed eseguito dal Nucleo investigativo di polizia ambientale e forestale, sezione del Comando Provinciale di L’Aquila del Corpo forestale dello Stato specializzata nell’esecuzione di queste misure.
Dai primi elementi sarebbe emerso che le opere sono state realizzate sia in assenza di comunicazioni che in mancanza dei relativi prerequisiti essenziali per accedere al diritto della fabbricazione dei manufatti temporanei.
Da ulteriori verifiche e’ stato possibile rilevare che i manufatti sono stati realizzati anche in assenza di comunicazione al Genio Civile di L’Aquila per le garanzie della idoneita’ strutturale. Uno dei sei denunciati e’ risultato non essere nemmeno residente a L’Aquila.
Gli uomini del Cfs, in accordo con l’autorita’ giudiziaria, hanno concesso ai denunciati il beneficio dell’uso degli immobili.