2013: ANNO NUOVO, STANGATE NUOVE

CONDIVIDI

aumenti_tariffe1 gennaio 2013 – Anno nuovo, aumenti nuovi. Finiti i festeggiamenti, gli italiani si troveranno a pagare di piu’ per i servizi per una spesa complessiva che secondo i consumatori si aggira sui 1.500 euro l’anno a famiglia. In dettaglio, tutti i rincari di Capodanno. E da luglio, l’Iva passera’ dal 21 al 22%.

– BOLLETTA GAS: Il rincaro sara’ dell’1,7%, pari a 22 euro all’anno.
– AUTOSTRADE: Aumenti medi del 2,91%, su rete Aspi del 3,47%.

– AEROPORTI: Le tasse a carico dei passeggeri saliranno allo scalo di Fiumicino da 16 a 26,50 euro.

– RIFIUTI: Arriva la Tares, che sostituira’ Tarsu e Tia. Secondo i consumatori, si trattera’ di un aggravio di 64 euro a famiglia (+25%).

– POSTE: Piu’ cari di 10 centesimi i francobolli per le lettere, e di 30 centesimi per le raccomandate. Il canone annuo del Bancoposta sale da 30,99 a 48 euro.

– CONTI DEPOSITO E BUONI POSTALI: L’imposta di bollo passa dallo 0,10 allo 0,15%. Esenti buoni postali fruttiferi con rimborso inferiore a 5.000 euro e i fondi pensione.

– ACQUA: La tariffa aumenta di 26 euro l’anno a famiglia.

– MULTE: Piu’ alte le contravvenzioni stradali. Lieviteranno del 5,9%. Ad esempio, il divieto di sosta passa da 39 a 41 euro, l’eccesso di velocita’ (fra i 10 e i 40 Km all’ora oltre il limite) da 159 a 168. Chi non mette la cintura potra’ essere sanzionato con una multa che passa da 76 a 80 euro e se si parla al telefonino mentre si guida si rischia di dover pagare 161 euro (fino a ieri, 152).

– RC AUTO: Le polizze dovrebbero aumentare del 5%, ossia di 61 euro l’anno.