DECRETO TERREMOTO: ALTRI NOVE COMUNI ABRUZZESI NEL CRATERE SISMICO

Salvo sorprese nelle votazioni notturne, la modifica del governo apre all’ingresso nel cratere abruzzese di altri nove comuni (cinque  teramani, tre aquilani ed uno pescarese).

L’allargamento è dovuto alle scosse del 18 gennaio scorso, che hanno provocato danni a comuni inizialmente non inclusi.

I nove comuni sono Castelcastagna, Colledara, Isola del Gran Sasso, Pietracamela e Fano Adriano nel Teramano; Barete, Pizzoli e Cagnano Amiterno nell’Aquilano; Farindola nel Pescarese.

Nel decreto in fase di stesura si punta anche a prevedere forme di sostegno giuridico ed economico per frane di Ponzano, Castelnuovo e Campli. 

COMMENTI