FINANZIAMENTI AI PARTITI: A RISCHIO I 91 MILIONI DA DESTINARE AI TERREMOTATI

CONDIVIDI

Corsa contro il tempo per destinare ai terremotati dell’Emilia Romagna la metà dell’ultima tranche di luglio (91 milioni) come detta il testo di riforma del finanziamento ai partiti.

Approvato dalla Camera il 24 maggio scorso, il Ddl che prevede il dimezzamento dei fondi pubblici ai partiti e regole più rigide sulla trasparenza dei bilanci è ora all’esame della commissione Affari costituzionali del Senato.

Dovrebbe essere licenziato dall’Aula di Palazzo Madama senza modifiche a metà luglio: solo così la nuova legge potrebbe entrare in vigore, con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale, prima del 31 luglio evitando che i partiti maturino il diritto ad acquisire tutti i fondi.

«Noi faremo di tutto per approvare il testo nei prossimi giorni – spiega Stefano Ceccanti del Pd, relatore assieme a Giuseppe Saro del Pdl –. Ma se non si dovesse fare in tempo è necessario l’intervento del Governo con un decreto».

da IlSole24Ore