IESN: Sismicità in Italia a Maggio 2011

CONDIVIDI

Nel mese di maggio spiccano ovviamente le sequenze che hanno interessato prima il comprensorio dell’Etna (M 4 il giorno 6 maggio) e poi l’appennino tosco-romagnolo a partire dal 24 maggio, con evento maggiore fin’ora di M 3.7.

Quest’ultimo sciame sismico, come potrete meglio analizzare in separato articolo, è costituito ad oggi da oltre 550 eventi di magnitudo bassa (minore di 3) divisi in almeno due periodi temporali.

Da evidenziare infine alcuni eventri isolati (Montefeltro e L’Aquila) avvertiti dalla popolazione e quello di M 4.7, ma a grande profondità, del Tirreno centro meridionale del 19 maggio.

Modesta la sismicità del bacino aquilano e dei Monti Reatini.

Cluster circoscritti nell’eugubino e nei Monti Martani (Umbria) e a Campoli Appennino (Sora, Lazio).

(fonte: IESN)