L’AQUILA: L’ORDINANZA CHE TOGLIE IL CAS A CHI RINUNCIA ALL’ALLOGGIO DEL COMUNE

CONDIVIDI

«Per trovare l’ordinanza mi ci sono volute ore spese su internet e sul sito del comune. Mi sono quasi perso nel labirinto dell’albo pretorio, ma quando mi sono ritrovato avevo l’ordinanza in mano. Una sanissima paranoia mi dà da pensare che la difficoltà non sia affatto casuale. Si tratta della più famigerata delle ordinanze perché è quella che consente all’ufficio “assistenza alla popolazione” di revocare e togliere senza preavviso il CAS e la casa a chicchessia con proposte shock a danno dell’esistenza di tante famiglie. Ho visto gente che allo sportello di quell’ufficio si sentiva male e scappava cercando l’aria aperta…
In questo momento però il mio proposito è quello di rendere pubblico il provvedimento.»

Questa è la segnalazione di un nostro lettore. In effetti non è affatto facile trovare la Delibera n.63, forse anche per il fatto che è stata pubblicata in forma di immagine fotocopiata (e non in forma testuale) e quindi difficilmente indicizzabile dai motori di ricerca.

Ecco la Delibera, che è anche scaricabile a questo link:
www.6aprile.it/wp-content/uploads/2014/04/Delibera-G.C.-25.02.2014-n.-63.pdf

labirinto_burocrazia