Perimetrazione e piani di ricostruzione, le FAQ della Struttura Tecnica,aggiornamento 13.5.2011

CONDIVIDI

1) Il mio edificio si trova al limite della perimetrazione del centro storico del mio Comune, ma non e’ ricompreso in essa; essendo un edificio piuttosto danneggiato e con caratteri architettonici di pregio ritengo che debba essere incluso in essa. Quale procedura devo seguire affinché la perimetrazione sia allargata per comprendere anche il mio edificio?

Il proprietario può richiedere al Sindaco una revisione della perimetrazione gia’ definita, motivando opportunamente la richiesta. In caso di accettazione della richiesta, il Sindaco può procedere nuovamente ai sensi dell’art. 3 del Decreto del Commissario Delegato n. 3/2010. In caso di diniego della richiesta, all’edificio in questione si applicano comunque le OPCM gia’ emanate in quanto compatibili  con la situazione in essere.

Rif: DCD n. 3 del 09-03-2010;

2) Per alcuni edifici interni alla perimetrazione del centro storico, per i quali lo stato di danno e’ di lieve entita’ (“B”), e’ possibile procedere alla riparazione/miglioramento di tali immobili facendo riferimento alla ord. 3779?

Per gli edifici isolati il DCD n. 3 prevede espressamente tale possibilita’ all’art. 7 comma 3.

Rif: DCD n. 3/2010