REGIONE ABRUZZO: NUOVE ACCUSE SU SPESE FOLLI DI CHIODI

CONDIVIDI

L’Aquila, 17 dicembre 2011 – “Si potrebbero pagare gli stipendi di 50 giovani neodiplomati o neolaureati con quello che spende Chiodi per i soli compensi fissi dell’advisor KPMG, che costa ai contribuenti abruzzesi circa 4.000,00 euro al giorno“.

Lo sostiene il vicecapogruppo IdV in Consiglio regionale d’Abruzzo, Cesare D’Alessandro, che aggiunge: “Ora e’, quindi, un sacrosanto diritto di tutti gli abruzzesi sapere con esattezza e nel dettaglio cosa e’ stato certificato dall’advisor, rispetto ai 50.000.000,00 di euro utilizzati nel comparto sanita’ per la spesa corrente e non per coprire il debito, come contestato dal Ministero dell’Economia al tavolo di monitoraggio nazionale”.

Per D’Alessandro ”qualora dovesse essere confermato questo buco per il 2011, saremmo infatti di fronte ad un fatto gravissimo, non solo per l’impatto sui gia’ precari equilibri economico/finanziari della regione, ma anche perche’ il buco si sarebbe determinato in pieno piano di rientro, con tanto di advisor delegato al monitoraggio costante dei conti”.

”Non e’ piu’ il tempo di giri di parole – conclude l’esponente IdV – Chiodi riveli subito agli abruzzesi se il buco esiste o se e’ una invenzione del Ministero dell’Economia”.