SALUTE: POCHE ORE DI SONNO DANNEGGIANO CERVELLO ADOLESCENTI

CONDIVIDI

Perdere ore di sonno danneggia il cervello degli adolescenti: secondo una ricerca dell’Università del Wisconsin di Madison (Stati Uniti), pubblicata da Nature Neuroscience, bastano poche ore di riposo in meno per causare variazioni nel numero di sinapsi – le connessioni fra le cellule nervose – che si formano e vengono rimosse nel cervello. Gli autori ipotizzano che una possibile conseguenza di questo fenomeno, soprattutto se cronico, potrebbe essere l’alterazione permanente delle connessioni cerebrali.

Studi precedenti hanno portato ad ipotizzare che durante il sonno le sinapsi si indeboliscano e rimpiccioliscano per consentire un nuovo rafforzamento durante il giorno. Ma secondo gli esperimenti condotti su topi adolescenti da Chiara Cirelli, coordinatrice della ricerca, e colleghi, se gli animali, anziché dormire, sono forzati a rimanere svegli il numero di sinapsi aumenta anziché diminuire.

L’adolescenza è un periodo delicato dello sviluppo durante il quale il cervello cambia drasticamente – spiega Cirelli -. C’è un massiccio rimodellamento dei circuiti nervosi, con la formazione e l’eliminazione di molte nuove sinapsi. La prossima importante domanda è cosa succede con riduzioni del sonno croniche, situazioni spesso affrontate dagli adolescenti