IL PERITO: A L’AQUILA LA CASA DELLO STUDENTE NON CROLLO’ SOLO PER LA SCOSSA

CONDIVIDI

”Il terremoto del 6 aprile 2009 non e’ stata l’unica causa del crollo della Casa dello studente a L’Aquila. Se l’edificio fosse stato sistemato, adeguato e curato negli anni, in relazione alle leggi, non sarebbe crollato”.

Lo ha detto il perito Maria Gabriella Mulas, illustrando in tribunale, a L’Aquila, la relazione sul cedimento della struttura nella quale morirono otto giovani. La maxi perizia risponde a tre quesiti: cause del crollo, rilevanza della scossa sismica e iter amministrativo dell’immobile, dall’edificazione nel 1965 fino al 2009.

(ANSA)